Cineforum di febbraio: “La coscienza di Zeno”.

Continua il ciclo di serate dedicate al cinema italiano, organizzate della Comunità degli Italiani Pasquale Besenghi degli Ughi di Isola, presso la Sala nobile di Palazzo Manzioli. Si è conclusa ieri sera la proiezione della miniserie televisiva RAI di Sandro Bolchi, tratta dal romanzo di Italo Svevo: “La coscienza di Zeno”.

cinemaIeri sera la proiezione dell’ultima parte della fiction televisiva La coscienza di Zeno” (noto romanzo dell’autore triestino Italo Svevo) prodotta da First Film per Rai 2 nel 1988, diretta da Sandro Bolchi con una sceneggiatura curata dal giornalista, critico e drammaturgo triestino Tullio Kezich coadiuvato da Dante Guardamagna. La serie vede come protagonista, Zeno Cosini, interpretato da Johnny Dorelli impegnato in una delle sue prime interpretazioni drammatiche, un uomo alle prese con la sua vita “né brutta né bella, ma originale”, segnata dal rapporto difficile col padre, interpretato da Alain Cuny. Con l’aiuto di uno psicanalista, il Dottor S., il protagonista rimugina sul suo passato nella Trieste d’inizio Novecento.

Oltre a Dorelli nel cast: le attrici Ottavia Piccolo ed Eleonora Brigliadori, rispettivamente nei panni della moglie e della cognata del protagonista; Andrea Giordana nel ruolo di Guido Speier e Sergio Fantoni nei panni del Dottor S.

Rispondi