Cinema e folclore nei prossimi giorni a Palazzo Manzioli

Giovedì 17 marzo, alle ore 18, nuovo appuntamento con FORUM DEL CINEMA ITALIANO, con la proiezione del film “Ci vuole un gran fisico” (2013) di Sophie Chiarello. Venerdì 18 marzo, alle ore 20, secondo appuntamento con ETHNOINSULA 2016: ad esibirsi il Diatonic strigs duo formato da Manuel Šavron – fisarmonica diatonica; Rok Kleva – violino.

I dettagli:

Giovedì, 17 marzo, ore 18.00, Palazzo Manzioli – La Comunità degli Italiani Pasquale Besenghi degli Ughi di Isola invita al FORUM DEL CINEMA ITALIANO. L’appuntamento di marzo prevede un omaggio alle donne con il film CI VUOLE UN GRAN FISICO, diretto da Sophie Chiarello e con protagonista Angela Finocchiaro.

Si tratta di un film italiano del 2013. La pellicola è stato girata a Torino. Eva è una donna in carriera che sta per compiere 50 anni; la sua vita si divide tra l’ex marito Gino, immaturo e scroccone, la figlia Francesca, con la quale ha un rapporto più che conflittuale, l’anziana madre, che non vuole arrendersi alla propria età, e un perfido direttore, Pagliai, che le rende la vita lavorativa impossibile. Un improbabile angelo l’aiuterà a ristabilire le priorità e a ritrovare la fiducia.

Venerdì, 18 marzo, ore 20.00, Palazzo Manzioli – Il secondo appuntamento con ETHNOINSULA 2016 prevede il concerto del Diatonic strings duo composto da Manuel Šavron – fisarmonica diatonica e Rok Kleva – violino. Verrà presentato il CD Ragbag.

Manuel Šavron e Rok Kleva sono due giovani e promettenti musicisti connazionali di diversa estrazione artistica, che hanno dato vita ad un insolito duo di violino e fisarmonica, peraltro diffuso in ambito etnojazz e nella world music. Già nel titolo Ragbag si anticipa la varietà dei brani musicali raccolti nell’album di debutto che spazia tra vari generi, dall’etno al jazz, passando per il folk e la world music, con qualche eco della musica popolare istriana e delle danze bretoni. Il CD è un prodotto discografico del festival Godibodi, edito dalla casa discografica Celinka con il sostegno delle Comunità degli Italiani di Capodistria e Pirano e delle Comunità autogestite della nazionalità italiana di Capodistria, Isola e Pirano.

L’evento è organizzato dalla Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: