Concerto dell’Haliaetum per salutare il nuovo anno

Sabato, 13 gennaio si è tenuto, presso la chiesa di Santa Matia d’Alieto, il concerto del coro misto Haliaetum della Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi degli Ughi”, in collaborazione con l’orchestra “Gli Archi dei Patriarchi”. La serata è stata vista come un’occasione per celebrare l’anno appena iniziato e quale miglior modo di farlo se non in musica.
La pittoresca chiesetta isolana ha fatto da suggestiva cornice alle melodie eseguite dalle due formazioni musicali, che hanno proposto un repertorio prettamente incentrato su brani di matrice classica e natalizia. Al pubblico sono stati presentati i seguenti brani: „Jesus bleibet meine Freude“ di J.S. Bach, Concerto per violino, archi e basso continuo “Il riposo nel giorno del Natale” di A. Vivaldi, Fuga Ottava – Fuga Quarta di L. De Grassi, Antica pastorale di G. Radole, le elaborazioni dei brani Brilla una luce in cielo, Coventry carol, Kimmt heut das Kind, Go, tell it on the mountain e Aber heidschi bumbeidschi, nonché Lieti pastori di E. Capaccioli e, per concludere in bellezza, Stille Nacht di F. Gruber. Inizio d’anno positivo per l’Haliaetum, che, assieme all’orchestra “Gli Archi dei Patriarchi”, ha dato nuovamente prova della propria poliedricità.

TESTO: JESSICA VODOPIJA
Foto: archivio Dragan Sinožič

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: