Il coro Haliaetum ai Concerti Estivi 2017 Grado

Martedì sera il coro Haliaetum della “Comunità degli italiani Pasquale Besenghi degli Ughi” si è esibito in una gremita basilica di Sant’Eufemia, situata nel pittoresco centro cittadino di Grado. Il concerto, organizzato dall’Associazione Corale Città di Grado, in collaborazione con la Parrocchia e il Comune di Grado e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, ha segnato l’ultimo appuntamento con la musica sacra nell’ambito dei Concerti Estivi 2017 di Grado. A esibirsi assieme all’isolano Haliaetum, diretto dal maestro Giuliano Goruppi, anche l’orchestra “Gli Archi dei Patriarchi”. Il programma, di matrice sacra, ha visto esibirsi per primo il coro, accompagnato all’organo da Alessandra Esposito, che ha eseguito la “Missa Brevis no. 7 in Do” di C. Gounod (Kyrie, Gloria, Sanctus, Agnus Dei) con voci soliste Francesca Masini, soprano, Silvia Mosco, contralto, Fabio Zubin, tenore, e Stelio Grbec, basso.
In seguito sono stati eseguiti i brani “Concerto fatto per la Solennità della S. lingua di S. Antonio in Padua” di A. Vivaldi, “O Lord” di W. S. Bennett, “Fuga prima” e “Fuga settima” di L. De Grassi, “Gratias Agimus” di A. Scarlatti, Sinfonia dal Messiah di G.F.Haendel e “Bist du bei mir” di J. S. Bach.
Per il gran finale, coro e orchestra hanno eseguito insieme il componimento “Cantate domino” di A. Gretchaninov, concludendo la serata in uno scroscio di applausi.

TESTO E FOTO JESSICA VODOPIJA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: