Il Coro Haliaetum si è esibito nel Tirolo austriaco

Il Coro misto “Haliaetum” della Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi degli Ughi” di Isola ha partecipato ai canti dell’Avvento a Innsbruck.

Il gruppo corale isolano, diretto da Giuliano Goruppi, e il locale Vokalensemble “Cantilena Tyrolensia”, diretto da Brigitte Mayr-Brecher, si sono esibiti nella chiesa parrocchiale di Völs, frazione di Innsbruck, in un concerto dedicato al periodo dell’Avvento, il tempo liturgico che precede il Natale molto sentito nell’area tirolese. L’Haliaetum, con i solisti Silvia Mosco e Stelio Grbec ha eseguito la Messa Sine macula di Scapin e, accanto a qualche anonimo, brani di Goruppi, Foerster, Radole, Capaccioli, Migliavacca. Il Vokalensemble “Cantilena Tyrolensia”, ha interpretato canti di Firlingen, Dreo/Hubman Dreo/Suppan, Störger, Kohl/Reitmeir, Oberwalder, Steyrer e Berghofer. Gli introiti del concerto sono stati devoluti a favore dei terremotati della regione italiana delle Marche.

Il gruppo ha approfittato della trasferta per visitare la città di Innsbruck, addobbata a festa in questo periodo, e i suoi siti culturali, tra cui la famosa Chiesa di Corte che ospita il monumento funebre dell’Imperatore Massimiliano I d’Asburgo con le 28 statue in bronzo dei suoi antenati e congiunti. É stata pure l’occasione, sulla strada del ritorno, per una sosta nella ridente cittadina di Riva del Garda.

L’iniziativa rientra nel programma culturale finanziato dalla Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola con i mezzi del Ministero per la Cultura della Repubblica di Slovenia e del Comune di Isola nonché dall’Unione Italiana.

Nota dolente: l’amarezza da parte dei coristi per l’assenza della dirigenza della Besenghi o di qualche altra autorità in una trasferta così importante. Visto anche il peso finanziario dell’iniziativa, era l’occasione per ulteriori contatti, di carattere culturale e non solo, da parte della Comunità e, perché no, da parte del Comune.

(tutte le foto: B. Mohorko)

Tag:

Rispondi