Il Diatonic Strings Duo al secondo appuntamento di EthnoInsula 2016

L’insolita formazione musicale composta da Manuel Šavron e Rok Kleva, rispettivamente fisarmonica e violino, ha presentato a Palazzo Manzioli il CD Ragbag. Molto variegato il programma, ottime le esecuzioni dei due giovani musicisti.

ethnoinsula-20160318-2

Non si contano più i concerti organizzati in ambito a EthnoInsula, un progetto della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola nato nel lontano 2002 su iniziativa del connazionale Luciano Kleva. Si tratta di oltre una quarantina gli eventi con altrettanti complessi musicali, il tutto sempre curato nei particolari, in special modo la scelta degli esecutori.

Ottima è stata pure la scelta del Diatonic Strings Duo per il secondo concerto di EthnoInsula 2016. L’insolito duo, composto da Manuel Šavron e Rok Kleva – figlio del compianto Luciano -, rispettivamente fisarmonica diatonica e violino, due giovani e promettenti musicisti connazionali, ha presentato al numeroso pubblico del Manzioli il loro primo compact intitolato Ragbag. Il prodotto presenta un repertorio molto variegato che spazia dall’etno al jazz, passando per il folk e la world music, con qualche eco della musica popolare istriana e delle danze bretoni.

Nell’ora abbondante di concerto, i due musicisti, seppure di diversa estrazione artistica, hanno dimostrato un’invidiabile intesa e padronanza dello strumento, destreggiandosi senza problemi sia negli incalzanti ritmi balcanici sia nelle delicatissime ballate. Una bella serata molto apprezzata dal pubblico.

Il CD è un prodotto discografico del festival Godibodi, edito dalla casa discografica Celinka con il sostegno delle Comunità degli Italiani di Capodistria e Pirano e delle Comunità autogestite della nazionalità italiana di Capodistria, Isola e Pirano.

Tag:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: