Festeggiata a Strugnano la “ Madona Granda”

Lunedi scorso, a Strugnano si è tenuta la tradizionale processione dell’Assunta. In uno dei principali Santuari Mariani dalla regione, sono confluite migliaia di persone per assistere ai riti religiosi, che ricordano l’apparizione della Beata Vergine, oltre 500 anni fa, su questo colle. A officiarli è stato il vescovo ordinario di Capodistria, monsignor Jurij Bizjak, affiancato dal parroco locale, don Bojan Ravbar e dai responsabili delle altre parrocchie vicine. Venerata la statua della Madonna, il presule ha poi guidato la processione al chiarore delle torce, sino alla croce di pietra a strapiombo sul mare, dove sono state recitate le preghiere per i marittimi ed i pescatori, nonché in suffragio di tutti coloro che hanno perduto la vita in mare. I Vigili del fuoco di Carcause hanno portato in processione l’effige della Madonna di Strugnano. Ad accompagnarla sono stati i canti del coro di Strugnano, in un atmosfera di grande serenità e tranquillità. A rendere l’evento ancora più magico, sono state le persone che si sono unite alle preghiere ed ai canti sui balconi delle loro case, inondando di note tutta la collina. L’Assunta è una festa molto sentita tra gli isolani, che seguono anche le Messe del 15 agosto in varie lingue e s’intrattengono poi per tutta la giornata a Strugnano.

Testo e foto di Lia Grazia Gobbo

IMG_1200IMG_1199IMG_1198IMG_1197IMG_1196IMG_1195IMG_1194IMG_1193IMG_1192IMG_1191IMG_1190IMG_1189IMG_1188IMG_1187IMG_1185IMG_1184Mons. Bizjak guida la liturgiaL'interno della chiesaIl pellegrinagio sino alla CroceI pellegrini a Strugnano

Tag:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: