Festival Animè: il Giappone a Isola

Nel corso del fine settimana, del 12 e 13 agosto, Isola ha ospitato la quinta edizione di “Animè”, tradizionale appuntamento che richiama numerosi appassionati della cultura nipponica, in particolar modo di anime e manga (rispettivamente film d’animazione e fumetti giapponesi). La manifestazione, organizzata dall’associazione ANIMOV di Isola, si è tenuta nella zona di Viale Primo maggio e ha vantato un ricco e fitto programma, composto da attività per tutti i gusti, dai giochi da tavolo ai videogame, dalle gare su manga e anime alle dimostrazioni di combattimento tra “samurai”. Numerose le bancarelle, dove venditori ed espositori sloveni e italiani proponevano cibi e bevande del Paese del Sol Levante, nonché oggettistica legata al mondo di film, fumetti e quant’altro. Inoltre, è stato dato spazio a illustratori locali e, presso la scuola elementare italiana “Dante Alighieri”, si è tenuta la mostra di modellini e miniature. Entrambe le serate si sono concluse in musica: sabato con il concerto dell’italiana Lunaby e del duo sloveno Umina, che hanno allietato il pubblico di Campo alle porte con brani legati agli anime, mentre domenica, al parco Pietro Coppo, le melodie della band punk-rock slovena Skunk aggression hanno concluso l’edizione del 2017 di Animè. A destare maggior interesse è stata probabilmente la domenica pomeriggio, contraddistinta dalla parata di cosplay, con successiva gara. Dodici le esibizioni di cosplayer (persone che si travestono come i loro beniamini di film, fumetti e altro) in quel di Isola, che sono stati valutati non solo per la loro performance, ma anche per i loro costumi, spesso creati dai partecipanti stessi.
​​​​​​​​Testo: Jessica Vodopija
​​​​​​​​Foto: Lia Gobbo

Tag:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: