Gianni Borta torna a Isola per i trent’anni della Galleria Insula

In occasione dei trent’anni di attività della Galleria Insula, torna un ospite davvero d’eccezione: Gianni Borta. La mostra, organizzata e allestita grazie alla collaborazione tra la CAN di Isola e la Galleria, è visitabile al piano terra di Palazzo Manzioli.

Inaugurata venerdì 7 luglio, la mostra delle opere di Gianni Borta, pittore friulano conosciuto in Italia e nel mondo per il suo stile pittorico, che coniuga tecniche impressioniste ed espressioniste allo stesso tempo, tradotte in quadri dal tocco cromatico acceso e dai tratti materici, tendenti all’astratto e tuttavia legati al senso figurativo delle forme e dei soggetti naturali. Uno stile unico che lo ha portato, infatti, ad essere considerato il caposcuola italiano dell’arte astratto-naturalistica contemporanea.
Ad inaugurare l’evento la Coordinatrice culturale della CAN, Agnese Babič, che ha portato anche i saluti del Presidente della CAN Marko Gregorič, del Vicepresidente e del vicesindaco, Felice Žiža: “La comunità è orgogliosa di collaborare agli eventi di celebrazione del trentennale della Galleria Insula, con la quale il legame è stato stretto fin dal 2005. Si tratta oggi della terza mostra nell’ambito di questi eventi e siamo davvero felici di avere come ospite il primo autore italiano della Galleria: Gianni Borta”. Ha poi preso la parola il Direttore della Galleria Insula, Dejan Mehmedovič ,altrettanto fiero e orgoglioso di presentare il pittore: un artista ricco di colore che trasporta sulla tela il suo punto di vista e il suo soggetto preferito, la natura, restituendone un’immagine vibrante e di sicuro impatto visivo ed emotivo. Presente all’inaugurazione Gianni Borta in persona: “Dal 1967 prendo parte ai meeting artistici organizzati tra la Slovenia e la Croazia, nei quali ci incontriamo e viviamo insieme per qualche settimana, dipingendo e creando. Quindi, anche se è da trent’anni che non ritorno con una mostra a Isola, è oggi per me un’occasione fantastica per incontrare anche degli amici che non vedevo da così tanto tempo. Infatti, sono ormai passati decenni da quando la Galleria mi ha invitato, primo artista non sloveno, un evento che ricordo ancora con piacere e affetto. Da allora il legame è sempre rimasto, ho esposto nelle città vicine e a Lubiana e mi è capitato in questi anni di incontrare persone che si ricordavano di me a Isola”. Gianni Borta, nel ringraziare gli intervenuti, ha sottolineato il suo punto di vista sull’arte, ricordando che il suo principale obiettivo è quello di catturare l’attenzione del visitatore e di trattenerlo grazie alla forza del colore e dell’emozione.

Tag:,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: