Il Guinnes del Kamishibai a Isola

Martedì, 9 maggio gli appassionati di kamishibai della Slovenia hanno unito le proprie forze per cercare di entrare nel Guinnes dei primati per il maggior numero di kamishibai eseguiti in una giornata. Tra le tappe del Litorale anche Palazzo Manzioli, dove la poliedrica artista Fulvia Grbac ha presentato alcuni dei lavori creati assieme ai bambini della Scuola elementare “Dante Alighieri” durante vari laboratori, dai quali sono uscite le rappresentazioni “La volpe e l’uva” e “La lepre e la tartaruga”. Il kamishibai, traducibile come “spettacolo teatrale di carta”, è una forma di narrazione che ha avuto origine nei templi buddisti nel Giappone del XII secolo, dove i monaci lo utilizzavano per narrare a un pubblico, principalmente analfabeta, delle storie dotate di insegnamenti morali.
Secondo i dati più recenti, in 24 ore sono andate in scena 775 rappresentazioni viste da 35.442 persone. Non è ancora stato comunicato se l’iscrizione tra i Guinnes dei primati è stata ottenuta o meno.

TESTO E FOTO: MAJA CERGOL

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: