IMF: Isola abbraccia la sua beniamina

Un dolce ritorno sul palco di una Piazza Manzioli gremita per Emilia Mårtensson, che già si era esibita in occasione dell’edizione 2015 del Festival, accompagnata in quel caso da Renato Chicco e Nevio Zaninotto. In questa occasione, la cantante svedese, di origini isolane, è stata accompagnata dal fisarmonicista sloveno Janez Dovč e dal percussionista brasiliano Adriano Adewale, che con lei compongono il nuovo trio musicale “Elda”. Il gruppo, il cui primo album è in uscita per TwinRecords il prossimo settembre, è nato e cresciuto a Londra, città nella quale i tre musicisti si sono incontrati.

Sono tre le diverse culture folkloristiche che, per mezzo delle note, s’incontrano e s’intersecano, dando vita ad un viaggio nel mondo della musica che vede la luce proprio a Isola, nelle cui pittoresche strade e piazze vengono composti molti dei pezzi suonati questa sera. I testi raccontano favole e storie popolari slovene e svedesi, le due culture che più hanno segnato la vita della cantante. Le sonorità, invece, non seguono alcuna soluzione di continuità, ma abbinano versi gutturali e selvaggi a note calde e avvolgenti in un vero e proprio inno alla multiculturalità musicale. Gli artisti, geniali improvvisatori, si lasciano trasportare essi stessi dalla musica e dall’ambiente che li circonda, dando vita ad una serata semplicemente memorabile.

E memorabile è stato il ciclo dei tre concerti della quarta edizione dell’Isola Music Festival. L’evento, che è diventato ormai uno dei punti di riferimento dell’estate isolana, ci ha proposto musica per tutti i gusti: dalla bellissima serata “cover” di Canto libero” all’energia pura del rock ‘n’ roll di Lello Analfino & i Tinturia, per terminare con le coivolgenti note di fine free jazz dell’Elda Trio. Il tutto a Piazza Manzioli gremitissima. Complimenti all’organizzatore!

Tag:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: