Iniziativa coadiutori linguistici

Nell’ambito del progetto “Innalzamento della qualità del sistema scolastico della comunità nazionale italiana in Slovenia e della comunità nazionale slovena in Italia”, la Comunità Autogestita Costiera della Nazionalità Italiana, in collaborazione con il Ministero dell’educazione, della scienza e dello sport della Repubblica di Slovenia ed il Fondo sociale europeo, hanno dato la possibilità ad alcuni insegnanti italiani di partecipare ad un’iniziativa nelle scuole primarie slovene, con la funzione di coadiutori linguistici.

Che cos’è un coadiutore linguistico? Un supporto all’insegnante di ruolo nello svolgimento di alcune lezioni in classe, affiancandolo e potenziando la lingua italiana, collaborando nella preparazione e nello svolgimento di alcune lezioni, imparando e praticando i metodi adottati dalle insegnanti di ruolo.

La scuola elementare Dante Alighieri di Isola è stata coinvolta nel progetto: da gennaio a giugno la classe III B dell’insegnante Virna Zennaro mi ha accolta come coadiutore linguistico.

Pur essendo poco esperta nell’ambito dell’educazione primaria, l’esperienza è stata preziosa dal punto di vista professionale, ma soprattutto dal punto di vista umano. La condivisione di esperienze lavorative ed emotive mi hanno fatta sentire parte di un ambiente collaborativo, in cui non manca la comunicazione tra insegnanti e tra insegnanti e alunni.

Si sono così potute sperimentare diverse tipologie di lezioni, dalla semplice e canonica  lezione frontale a quelle più ludiche e dinamiche, cercando come obiettivo il potenziamento della lingua italiana attraverso la stimolazione della curiosità e l’importanza del gioco e dell’interazione tra gli alunni. Sono nate così delle lezioni divertenti, in cui i bambini hanno decifrato la lingua,  l’hanno usata ed infine con la lingua hanno creato, per riproporre il gioco: la caccia al tesoro, la valigia misteriosa, “Master chef”,  alcune attività mirate a descrivere oggetti e a farli indovinare dai compagni, la composizione di poesie.

Grazie alla scuola Dante Alighieri per l’ospitalità.

La “maestra” Eleonora.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: