A Isola Festa della musica

busoni1a

Nell’ambito della Festa della musica, concerto in Piazza Manzioli con la Nuova orchestra da camera “Ferruccio Busoni”, con Massimo Belli – direttore, Lucio Degani – violino e Pavel Kašpar – pianoforte. Eseguiti brani di Boccherini, Busoni, Bazzini e Chopin. Serata dedicata all’Isolano Emilio Felluga. LE FOTO

busoni2

Piazza Manzioli gremita, il complesso ha eseguito “La musica notturna per le strade di Madrid” di Luigi Boccherini, “Canti Finlandesi op. 27” di Ferruccio Busoni, “Variazioni su motivi della Traviata per violino e archi” di Antonio Bazzini (solista Lucio Degani) e il “Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 – op. 21” di Frederic Chopin più altri pezzi fuori programma (solista Pavel Kašpar).

Il concerto di Isola è stato dedicato all’isolano Emilio Felluga, già Presidente del CONI Regionale Friuli Venezia Giulia e personaggio di spicco nell’ambito della collaborazione sportiva e sociale tra la Comunità Nazionale Italiana di Slovenia e Croazia e la Nazione madre. Presenti alla manifestazione, organizzata dal Consolato Generale d’Italia a Capodistria, dall’Unione Italiana, dall’Università popolare di Trieste, dalla Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola e dalla Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia, il console generale d’Italia a Capodistria Iva Palmieri, il presidente di UI Maurizio Tremul, i vicesindaci di Isola Gregor Perič e Felice Žiža, il presidente della CAN di Isola Marko Gregorič, la vedova e la figlia di Emilio Felluga, Maria Pia e Donatella che sono state le vere promotrici di questo concerto in piazza di Isola.

L’Orchestra da camera “Ferruccio Busoni”, complesso storico fondato nel 1965 da Aldo Belli, è una delle prime orchestre da camera sorte in Italia nel dopoguerra e la più antica della regione Friuli Venezia Giulia. Quest’anno ha festeggiato il 50° anniversario di attività artistica. L’orchestra si è posta all’attenzione del pubblico e della critica suonando in Austria, Slovenia, Croazia, Germania, Svizzera, Russia, Tunisia e Italia, con solisti d’eccezione quali Salvatore Accardo, Ivry Gitlis, Domenico Nordio, Roberto Plano, Massimo Gon, Chloe Mun ecc. L’attuale ditrettore, Massimo Belli, ha suonato e diretto in tutta Europa, ex unione Sovietica, Turchia e Sud America e registrato per radio e tv Italiana, Sovietica, Tedesca, Jugoslava, Brasiliana, Austriaca e inciso molti dischi. Massimo Belli insegna violino al Conservatorio di Trieste.

Il violino solista Lucio Degani, premiato in vari concorsi nazionali ed internazionali, ha intrapreso un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero sia come solista sia in formazioni cameristiche. Dal 1986 collabora con l’orchestra da camera “I Solisti Veneti” diretti dal M° Claudio Scimone, formazione nella quale dal 2000 ricopre il ruolo di violino principale e con la quale si è esibito anche in qualità di solista nei più importanti teatri e sale da concerto del mondo. Suona un violino Girolamo Amati II del 1734.

Il pianista ceco Pavel Kašpar appare regolarmente in tutta Europa, Israele, Turchia, Cina, Messico, Stati Uniti e Canadà. Accanto ai lavori dei compositori cechi, il suo repertorio spazia dal classicismo viennese a George Gershwin e alla musica contemporanea. Per anni Kašpar è impegnato nella musica da camera, tra gli altri, con il Quartetto della Filarmonica di Berlino e il Prazak Quartet, con i violoncellisti Michal Kanka e Jiri Hanousek, con il soprano Simona Satura-Houda, il tenore Miroslav Dvorsky e il baritono Bryn Terfel, con il flautista romano Novotny e più recentemente con il violinista austriaco Thomas-Albertus Irnberger.

LE ALTRE FOTO

Tag:

Rispondi