La “Dante Alighieri” a Trieste con lo spettacolo “L’Allegro Zibaldone”

Lo scorso sabato pomeriggio la Comunità degli Italiani “Dante Alighieri” di Isola è stata ospite della Pro Senectute “Primo Rovis” di Trieste. Ad esibirsi sono stati i più giovani del sodalizio.

“Quando ospitiamo la »Dante Alighieri« è sempre una gran festa” ha dichiarato Elisabetta Richter, che insieme a Pino Botta è responsabile degli spettacoli alla Pro Senectute “Primo Rovis” di Trieste. Ed è ormai da 13 anni che il sodalizio isolano ogni anno porta in scena alla sala teatrale dell’associazione uno dei propri spettacoli.

Sabato scorso, i protagonisti della serata sono stati i giovani attori e cantanti della Comunità. Michele, Sara, Luana, Valentina, Iven, Mattia e Timothy, che sotto la guida di Amina Dudine fanno parte del gruppo “I Pici de soto el fontego”, si sono presentati e hanno recitato alcune filastrocche e modi di dire, nonché contato e detto i mesi dell’anno in dialetto isolano. È stata poi la volta del cantautore undicenne Giuseppe Pellegrini che ha proposto due suoi brani: “Ricordi lontani” e “Non posso credere”. Particolarmente apprezzato è stato l’intervento di Rocco Zuliani della Compagnia di EtnoTeatro, anche lui guidato dalla Dudine, che si è esibito in “La storia de ‘na carega” dell’attore e comico triestino Angelo Cecchelin.
Nella prima parte dello spettacolo attraverso parole e immagini raccolte negli slide show preparati da Dragan Sinožič del team “Ciak si gira” sono stati presentati i legami tra Isola d’Istria e la città gemellata di Tolentino.

Lo spettacolo è stato condotto e ideato dalla presidente della Comunità Amina Dudine.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: