LA PIOGGIA NON FERMA IL MIFEST: GIORNATA IN ALLEGRIA A CAPODISTRIA

Una giornata decisamente poco primaverile quella che ha accolto, venerdì 8 giugno a Capodistria, il IV MIFEST- Festival della Comunità Nazionale Italiana (CNI), evento organizzato dal Centro Italiano di Promozione, Cultura, Formazione e Sviluppo “Carlo Combi”, che dà modo alle varie associazioni culturali o Istituzioni della CNI di presentare i propri lavori realizzati nell’ambito delle loro attività. A causa della pioggia e del vento mattutino, i tanti partecipanti con relative bancarelle al loro seguito, si sono dovuti spostare al riparo, presso il vecchio magazzino del sale di Piazza “Carpaccio”, dove nonostante lo spazio più esiguo hanno comunque avuto modo di dare vita ad una piacevole giornata.
Tante le persone presenti, non soltanto appartenenti alla minoranza italiana, che hanno potuto godere di quanto offerto dalle numerose bancarelle, ma anche dello spettacolo sul palco, prima ad opera dei bambini delle varie Scuole per l’infanzia della CNI, poi grazie alle canzoni di alcuni gruppi di ragazzi. Il tutto è stato intervallato dagli interventi della presentatrice di giornata, Jessica Acquaviva, la quale ha dato la parola anche a diverse autorità, tra cui il vicesindaco di Capodistria e Presidente della CAN Costiera, Alberto Scheriani, che si è detto felice di partecipare e ha invitato i connazionali a mantenere vive le proprie tradizioni.
Dopo la pausa pomeridiana, l’evento è proseguito alla sera presso la Sala “San Francesco d’Assisi”, sempre a Capodistria, dove si è tenuta la manifestazione canora “Dimela Cantando”, parte del Festival dell’Istroveneto, giunto quest’anno alla sua settima edizione e promosso dall’Unione Italiana in collaborazione con numerose istituzioni. Nel corso della serata sono state presentate le 17 canzoni inedite, tutte rigorosamente in dialetto, tra le quali il pubblico presente ha avuto il compito di votare il suo brano preferito. In sala, tanta gente di ogni età, a dimostrazione del successo che ogni anno il Festival riesce ad avere tra i connazionali.
Testo e foto: Giacomo De Bortoli

Tag:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: