L’Haliaetum alla 25a edizione del Concerto dell’amicizia

Sabato 14 ottobre, presso il “Narodni dom” di Celje, si è tenuto uno dei più longevi appuntamenti al quale partecipa il Coro misto “Haliaetum” della Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi degli Ughi” di Isola, ovvero il “Concerto dell’amicizia”.
L’evento, organizzato da ben venticinque anni assieme al Coro misto da camera di Celje e al Coro maschile “Foltej Hartman” di Bleiburg, Austria, si tiene a rotazione. Ogni anno, infatti, tocca a una delle tre cittadine partecipanti ospitare le altre due formazioni vocali. Per questa edizione a fare gli onori di casa è stato il coro di Celje, con il quale quest’anno Isola e Bleiburg hanno raggiunto il significativo traguardo dei 25 anni di collaborazione.
La serata, all’insegna della musica popolare, ha visto esibirsi per primo il coro ospitante, diretto dal maestro Primož Leskovec . In seguito è stato il turno del carinziano “Foltej Hartman”, guidato dal maestro Martin Kušej. Il compito di concludere la serata è invece spettato al nostrano “Haliaetum”, che, per il gran finale, è stato raggiunto sul palco dagli altri due cori. Tutti insieme, diretti dal maestro Giuliano Goruppi, hanno eseguito il brano “Da te mogu pismom zvati”, concludendo così questa memorabile edizione del “Concerto dell’amicizia”. Un appuntamento che, come ogni anno, ha fatto fede al suo titolo, per una serata caratterizzata non soltanto dal comune amore per la musica e per il canto, ma anche dall’allegria e, soprattutto, dall’amicizia.

Testo: Jessica Vodopija
Foto: Coro Haliaetum

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: