L’Haliaetum conquista il Fruli Venezia Giulia

Aprile è stato un mese molto intenso per il coro “Haliaetum” della Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi degli Ughi” di Isola. Nel giro di tre fine settimana il coro si è, infatti, esibito in tre città del Friuli Venezia Giulia, iniziando a Trieste, sabato 7 aprile, proseguendo a Udine, domenica 15 aprile e concludendo a Cormons, domenica 22 aprile.
Particolarmente intensa l’inaugurazione degli eventi di aprile: durante il concerto nel capoluogo giuliano, l’Haliaetum si è esibito due volte, prima in concerto, e poi cantando la messa. A fare da suggestiva cornice a questo concerto è stato il santuario di Monte Grisa. L’uscita triestina è coincisa con l’inaugurazione dell’organo Mascioni, che è stato recentemente sottoposto a revisione, e per tale motivo l’organista Alessandra Esposito, accompagnatrice abituale del coro, si è esibita anche da solista. In tutti gli appuntamenti, assieme al coro, è salita sul palco l’orchestra “Gli archi dei patriarchi“, con la quale l’Haliaetum collabora in modo estremamente proficuo dal 2016.
Il concerto di Udine e il concerto a Cormons, quest’ultimo organizzato in occasione della festa del patrono della città, ha visto coro e orchestra eseguire brani di artisti del calibro di Bach, Vivaldi, Haendel e Gounod, solo per citarne alcuni.
Dopo un intenso aprile in trasferta, a maggio l’Haliaetum torna a presentarsi in casa. Il 19 maggio, infatti, a Palazzo Manzioli si terrà la 26esima edizione del Concerto di Primavera, rassegna corale che quest’anno vedrà come ospiti il coro »Quattro molini« di Azzano Decimo e il coro »Voci della Riviera« di Fiesso d’Artico.

Testo: Jessica Vodopija
Foto: Coro Haliaetum

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: