L’Haliaetum e Gli Archi dei Patriarchi incantano la chiesa di Santa Maria d’Alieto

Sabato sera, presso la Chiesa di Santa Maria d’Alieto di Isola, si è tenuto il concerto di inizio stagione del Coro misto Haliaetum della Comunità degli italiani Pasquale Besenghi degli Ughi di Isola, che per l’occasione è stato accompagnato dall’orchestra Gli Archi dei Patriarchi, originaria di Cormons.
L’ormai ben rodata collaborazione tra il coro isolano e l’orchestra friulana, ha proposto al pubblico nostrano un variegato repertorio di matrice sacra, facendo riecheggiare nella pittoresca chiesetta isolana le soavi melodie di compositori del calibro di Lully, Vivaldi, Scarlatti, Bach, Händel, Bennet, Perosi, Scapin e Gretchaninov. Una scaletta che ha dato spazio, in modo ben equilibrato, a composizioni solamente strumentali, a pezzi pensati per voce solista e accompagnamento strumentale e a esecuzioni di brani per coro e orchestra.
Il sabato settembrino ha dato molte soddisfazioni agli artisti e al pubblico presente, che ha dimostrato di aver gradito l’intreccio di canto corale e accompagnamento strumentale, reso ulteriormente suggestivo dalla stupenda acustica della chiesa.
TESTO: JESSICA VODOPIJA
FOTO: GRAZIA LIA GOBBO

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: