I libri in spiaggia, novità dell’estate isolana

La biblioteca centrale di Capodistria »Srečko Vilhar« approda, per la prima volta, a Isola, dopo i successi già riscontrati nelle altre località balneari della costa slovena, a Giusterna, Portorose, Ancarano e Capodistria.

Si tratta dell’iniziativa »La biblioteca in spiaggia«, che dal primo luglio è operativa pure a Isola, precisamente nel Parco archeologico di San Simone, affacciato sulla passeggiata, a pochissimi metri dal mare. Sarà aperta dalle 17 alle 20 sino al 31 agosto, condizioni atmosferiche permettendo. E’ collocata all’interno del parco, in un angolino tutto pace e ombra e nei prossimi giorni verranno affissi dei cartelli con le indicazioni affinchè sia più visibile e facile da raggiungere. L’offerta comprende prevalentemente libri per bambini e romanzi (sono circa 300 in totale) in varie lingue. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione con la Facoltà di studi umanistici dell’Università del Litorale, la Biblioteca civica di Isola e il parco di San Simone. Il servizio è gratuito, non è infatti necessario essere soci, mentre i libri possono venir restituiti nel luogo stesso dove sono stati noleggiati, oppure presso la Biblioteca civica di Isola. »Lo scopo è avvicinare i libri pure a quei potenziali utenti, che non sono ancora soci della nostra biblioteca, ma ciò che vogliamo è soprattutto stimolare l’interesse per la lettura, tra i bambini in particolare« – afferma il direttore della »Srečko Vilhar«, David Runco.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: