Museo del mare di Pirano: mostre da visitare

Il museo piranese è molto attivo nella presentazione dei suoi materiali. Due le mostre proposte all’attenzione: una dedicata alla posa della statua di Giuseppe Tartini, l’altra al ricordo delle famiglie Gabrielli e De Castro.

Valgono una visita mirata le interessanti mostre del Museo del mare di Pirano. La prima al pianterreno di Palazzo Gabrielli è dedicata ai 120 della posa della statua di G. Tartini nell’omonima piazza cittadina. Molti gli scritti, le lettere, i ringraziamenti originali, le foto e i ritratti dei personaggi che all’epoca hanno accompagnato la progettazione e la posa della statua bronzea di Antonio del Zotto. Aneddoti e curiosità, articoli di giornale rendono la mostra particolarmente interessante e soprattutto vicina alla nostra mentalità e sensibilità.

La seconda al primo piano, in una saletta situata nell’angolo rotondo dove il palazzo gira dalla riva verso piazza Tartini ( e perciò detto dai piranesi La Rotonda) ricorda le famiglie Gabrielli e De Castro. Ambedue a cura di Duška Žitko, grande esperta di Tartini. La saletta è stata interamente restaurata, dalla cupoletta con le rosette in stucco, alle pareti ridipinte come in origine in azzurro spatolato, mobili del barocco veneziano tutti di provenienza cittadina e quadri nuovi alle pareti. Un pannello fa la storia delle famiglie Gabrielli e De Castro. Il bel ritratto di Bartolomeo Giannelli ci ricorda che il sindaco Pier Luigi Felice Gabrielli (1849 – 1856 ) e sua madre Regina Rota, discendente dei conti Rota, furono i costruttori di questo magnifico edificio che imponente si affaccia sul mandracchio. La seconda famiglia, i De Castro, si imparentarono più tardi con i Gabrielli e dettero i natali a Diego De Castro, insigne statistico e diplomatico italiano. Il 7 ottobre scorso Silvia de Castro, figlia di Diego, insieme ad altri discendenti delle due famiglie hanno visitato il Museo del mare portando in dono il ritratto della nonna Anna Gabrielli.

mostre_museo_del_mare_2

Pier Luigi Felice Gabrielli nel ritratto di Bartolomeo Giannelli

Come ha sottolineato il direttore del Museo Franco Juri, le due famiglie sono ritornate nella loro residenza, in punta di piedi, a conservarne la memoria e lo spirito.

Il Museo del mare piranese è particolarmente attivo nella presentazione dei suoi materiali (ricchi i suoi depositi e se ne prevede una mostra a breve), nella vita culturale della città collaborando con le varie istituzioni e società, prime fra tutte la locale Comunità degli Italiani e la Società per il recupero delle tradizioni locali Anbot, che ha fornito i propri servizi di restauro per molti bei mobili, oggi parte delle esposizioni.

Tag:

Un Commento

  1. Mario
    31 ottobre 2016  -  9:38

    Buon giorno avrei il grande piacere di unirmi a voi visto che sono un Piranese doc vi ringrazio un affettuoso saluto Mario.

    Rispondi

Rispondi