Presentato il nuovo Sistema bibliotecario della Comunità nazionale italiana in Slovenia

A Capodistria, presso la sala di lettura Fulvio Tomizza della Biblioteca Srečko Vilhar alla presenza delle autorità gli esperti sloveni e italiani hanno parlato del catalogo collettivo delle biblioteche pubbliche, scolastiche e sociali della Comunità italiana allestito in collaborazione con il Consorzio culturale del Monfalconese.

Il Sistema bibliotecario, che opera su piattaforma ClavisNG della Comperio s.r.l., rappresenta un modello organizzativo di coordinamento  delle biblioteche con catalogazione partecipata, catalogo collettivo e numerose altre funzioni. Il nuovo portale, accessibile all’indirizzo http://capodistria.comperio.it/, presenta le raccolte di una dozzina di biblioteche delle scuole, delle associazioni e di altri enti. Allestito in collaborazione con il Consorzio culturale del Monfalconese partendo da un consistente numero di schede bibliografiche realizzate con un vecchio applicativo per DOS, il sistema è gestito dalla Biblioteca Srečko Vilhar di Capodistria.

La manifestazione, alla presenza del Console generale della Repubblica d’Italia Iva Palmieri, è stata aperta del responsabile del reparto italiano di Via Calegaria Ivan Markovič e hanno portato i saluti ai realizzatori del progetto e ai bibliotecari il vicesindaco di Capodistria, nonché presidente della CAN Costiera Alberto Scheriani e il presidente della CAN di Capodistria Fulvio Richter. Hanno parlato dell’iniziativa il direttore della biblioteca capodistriana David Runco e Mauro Piani dell’ente della vicina regione. Miriam Scarabò del Bibliogo, Sistema bibliotecario provinciale di Gorizia, che ha guidato l’aggiornamento per i nostri bibliotecari, ha poi illustrato le caratteristiche e le potenzialità della piattaforma ClavisNG. Alla fine è stato firmato un protocollo d’intesa tra la Biblioteca Srečko Vilhar di Capodistria e il Consorzio culturale del Monfalconese finalizzato ala realizzazione di molteplici attività di promozione della lettura e del libro, di educazione alla ricerca dell’informazione e di apertura delle biblioteche scolastiche al territorio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: