Presentazione del volume Inno comunale isolano

Sabato 18 marzo a palazzo Manzioli, si è tenuta la presentazione del volume “Inno comunale isolano”, organizzata dalla CI Pasquale Besenghi degli Ughi. A parlare dell’importanza dell’inno: Ferruccio Delise, Giuliano Goruppi e Roberto Dedenaro. Gran finale, l’esecuzione dell’inno da parte del coro misto Haliaetum.

La serata di sabato 18 marzo è stata contrassegnata dalla presentazione di un importante ritrovamento per la Comunità Nazionale Italiana di Isola. Protagonista assoluto dell’evento, svoltosi a palazzo Manzioli, è stato infatti l’Inno comunale isolano. Ad aprire la serata è stata la Presidente della Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi degli Ughi” Katja Dellore che nel suo discorso di saluto ha omaggiato, in modo molto sentito, tutta la città di Isola.
Il primo ospite sul palco è stato Ferruccio Delise, isolano d’origine e profondo conoscitore della storia della cittadina, che ha raccontato il fortunato, e pressoché casuale, ritrovamento della partitura dell’inno. Delise ha fatto sì, anni dopo, che l’inno tornasse a Isola, mettendolo a disposizione della CI Besenghi degli Ughi. La parola è passata poi a Giuliano Goruppi, che ha curato il volume e svolto un approfondito lavoro di ricerca in merito all’inno. Il suo intervento si è incentrato sulla storia dell’inno e degli autori, nonché sul commento dell’inno dal punto di vista musicale. Successivamente è intervenuto Roberto Dedenaro, che ha commentato l’importanza testuale dell’inno, sia come specchio della società e del contesto storico dell’epoca, sia dal punto di vista di metrica e lessico. Per finire, tra le quattro mura della Sala Nobile è risuonato l’Inno comunale isolano, eseguito dal Coro misto Haliaetum, diretto da Giuliano Goruppi e accompagnato al pianoforte da Alessandra Esposito.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: