Il Renato Chicco Quintet al Baladoor Jazz Festival

A Capodistria, all’estivo del Circolo, il gruppo di Renato Chicco ha proposto il concerto tributo al grande del jazz Mulgrew Miller. La prima parte della serata è stata appannaggio dei Teo Collori & Momento Cigano che hanno presentato il progetto “Hot Piran Club”. Nella foto il “Renato Chicco Quintet”.

Interessante e apprezzata la serata di ieri organizzata dall’associazione Baladoor e dalla Comunità degli Italiani“ Santorio Santorio di Capodistria nel suggestivo giardino del “Circolo”. Nell’ambito di Baladoor Jazz Festival si sono presentati al numeroso pubblico, nella prima parte, Teo Collori & Momento Cigano e, nella seconda, il Renato Chicco Quintet (foto sopra).

baladoor2

I Teo Collori & Momento Cigano

I primi hanno eseguito parte del progetto “Hot Piran Club” in cui il Collori ha catturato episodi musicali che “conducono l’ascoltatore verso una torrida esperienza gipsy-swing, che omaggia la lezione di Django e Grappelli, per poi rapirlo, ebro di nostalgia, in un vorticoso manouche.” Veramente come se il passato avesse incontrato il presente! Bravi gli esecutori Teo Collori e Metod Branko alle chitarre, Matej Kužel al clarinetto, Matija Krečič al violino e Jan Gregorka al contrabbasso.

La seconda parte, con i Renato Chicco Quintet, ha visto un’ottima performance di cinque musicisti navigati nel genere jazzistico: il nostro Renato Chicco, pianista di fama internazionale, l’austriaco Flip Philipp al vibrafono, lo sloveno Jaka Kopač al sax contralto, il serbo/austriaco Milan Nikolič al contrabbasso e l’austriaco Jors Dudli alla batteria. Il quintetto ha proposto, nell’ambito della tournèe europea, un concerto tributo a Mulgrew Miller (1955-2013), uno dei più importanti pianisti e compositori jazz. La formazione ha trovato ispirazione nella sofisticata lezione post-pop del Maestro, centrando un raffinato omaggio musicale.

Tag:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: