Sacro gra, il film di Gianfranco Rosi martedì al Cinema Odeon

Continua il Ciclo del Film Italiano, organizzato e promosso in collaborazione tra Art Kino Odeon e Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola. Domani sera appuntamento alle ore 20:00 al Cinema d’essai Odeon con il film “Sacro gra”, di Gianfranco Rosi.

L’opera è stata presentata in concorso alla 70ª mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia dove ha vinto il Leone d’oro al miglior film, primo documentario nella storia della rassegna veneziana ad aggiudicarsi il massimo riconoscimento. Il film documenta, senza commento esterno o interviste di sorta, scene di vita reale che si svolgono tutte in prossimità del grande raccordo anulare (il gra del titolo), l’anello autostradale che circonda Roma. L’alternarsi delle storie di roberto (barelliere sulle ambulanze del 118), francesco (botanico intento a difendere un’oasi di palme dall’attacco del punteruolo rosso), del principe filippo pellegrini, cesare (uno degli ultimi pescatori di anguille) e paolo (un nobile piemontese) è inframmezzato da numerosi e più brevi episodi interlocutori, tra i quali: anziane prostitute che stazionano ai margini della strada dentro un camper scalcinato, una coppia di giovani cubiste che allieta la vista dei clienti di un chiosco-bar ballando sul bancone, un raduno di devoti che assistono a una “apparizione della vergine”, e la riesumazione di vecchie salme del cimitero flaminio di prima porta, destinate a una fossa comune anch’essa non lontana dal raccordo anulare.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: