Saggio dei giovani partecipanti al corso di violino

violino1

Per il secondo anno consecutivo Palazzo Manzioli ha ospitato il saggio di fine anno scolastico degli allievi del corso di violino con metodo d’insegnamento Suzuki, un metodo volto ad apprendere la musica in modo giocoso e adeguato ai bambini piccoli. Il corso, organizzato dalla Comunità degli italiani Pasquale Besenghi degli Ughi di Isola, è tenuto dalle Maestre Sonja Horvat e Cristina Verità.  LE FOTO

violino2

Venticinque bambini e ragazzi dai 3 ai 16 anni, sotto la guida delle Maestre Cristina Verità e Sonja Horvat, si sono esibiti con una serie di brani in gruppo e a solo, mostrando al pubblico ciò che hanno appreso finora nel corso. Con il metodo Suzuki, i bambini imparano a suonare uno strumento alla stessa maniera con cui imparano la loro madrelingua, dunque, tutti imparano a parlare e tutti possono imparare a suonare. Il metodo Suzuki, detto anche “educazione al talento” o “metodo madrelingua” o “movimento Suzuki”, è una filosofia educativa musicale elaborata dal violinista giapponese Shinichi Suzuki, che lavora sullo studente nutrendo di stimoli il suo ambiente e sviluppandone contemporaneamente sia la maturazione artistica e tecnica, sia la moralità ed il carattere.

Nel corso del saggio sono stati suonati una decina di pezzi della tradizione musicale scozzese, svedese e di altre nazioni come anche classici del repertorio Suzuki. Ad applaudire i bambini e i ragazzi una praticamente piena sala nobile di Palazzo Manzioli.

Tag:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: