È scomparso Paolo Villaggio

Il mondo del cinema e della cultura italiano è in lutto per la scomparsa di Paolo Villaggio, attore eclettico, capace di impressionare per le sue doti interpretative sia nei ruoli comici che drammatici. Aveva 84 anni e negli ultimi giorni era stato ricoverato in clinica per un acuirsi dei problemi di salute, che lo assillavano da tempo e che avevano condizionato anche la sua recente visita a Isola, ospite del Consolato generale d’Italia a Capodistria. Ha lavorato con i principali registi italiani, da Fellini a Monicelli, affiancato dai più grandi attori italiani. Il suo nome resterà legato al personaggio di Fantozzi, protagonista dei suoi libri e poi di una fortunata serie di film, considerati dal pubblico capolavori della comicità, che hanno fatto ridere intere generazioni. Generalmente sono stati poco apprezzati i risvolti sociologici che Villaggio aveva, intelligentemente, inserito nelle avventure del rag. Ugo Fantozzi e che in realtà sono uno spaccato della società contemporanea, un ritratto dell’uomo medio e borghese, cui nessuno vuole ammettere di assomigliare.

Gli isolani, profondamente commossi per la scomparsa di Paolo Villaggio, esprimono la propria soddisfazione per averlo potuto conoscere di persona in maggio,  con le serate dedicate ai suoi film e avergli fatto capire quanto il suo lavoro fosse stimato anche nella nostra regione, cosa che Villaggio, un pò sorpreso, aveva rimarcato nelle sue dichiarazioni e dimostrato di apprezzare molto.

Tag:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: