Serata di video a Palazzo Manzioli

Presentati una serie di video prodotti nell’ambito del corso di cinematografia della Comunità degli italiani Pasquale Besenghi degli Ughi in collaborazione con la Scuola elementare Dante Alighieri e altri realizzati dalla Scuola elementare Vincenzo e Diego De Castro di Pirano.

video1

Ad aprire la serata la presidente della Besenghi Katja Dellore che ha messo in rilievo come i prodotti multimediali siano il frutto del paziente lavoro dell’animatore Ruggero Paghi con i giovanissimi. Paghi, animatore del gruppo di cinematografia, ma anche di vari gruppi di alunni nelle nostre scuole, ha affermato che è impeganto da alcuni decenni nel lavoro con i giovani per avviarli alla conoscenza dei segreti del cinema e della televisione in funzione di una fruizione consapevole e critica di tali mezzi di espressione. Nel gruppo isolano ha trovato la collaborazione tecnica di Roberto Jakomin, che ha sapientemente elaborato molti dei filmati proiettati.

E proprio da Jakomin è partita l’idea di assemblare del materiale, gran parte fotografico, per cercare di ricostruire la storia del cantiere navale di San Bernardino dal dopoguerra ai primi anni Settanta e ricordare i tanti che vi hanno lavorato. Paghi ha poi presentato alcuni lavori creati negli ultimi anni nei vari gruppi che animava a Pirano, Sicciole e Isola. Sono nati gran parte dalle idee degli alunni stessi che poi realizzavano e filmavano man mano.

Così il pubblico di Palazzo Manzioli ha potuto vedere un video, “Sogni di cristallo”, premiato tempa fa per la sua liricità da un concorso della Regione Veneto e ideato dalla scuola elementare piranese. Proiettati pure i due video premiati quest’anno dal Festival dell’istroveneto di Buie, quello girato in collaborazione con il gruppo teatrale della Scuola elementare Dante Alighieri , “Un’Isola magica” (primo premio) e quello preparato dalla Scuola elementare Vincenzo e Diego De Castro di Pirano, “I love you”, con colonna sonora di Enzo Hrovatin su versi di Dorina Beržan (vincitore del secondo premio). In altri video gli alunni hanno liberato la propria fantasia adoperando i più diffusi effetti e trucchi dell’arte cinematografica.

video2

 

Tag:

Rispondi