Situazione di Radio e TV Capodistria alla CAN Costiera

Il Consiglio della Comunità autogestita costiera della nazionalità italiana riunitosi a Capodistria ha preso in esame la situazione di Radio e TV Capodistria.

Il vicedirettore generale della RTV di Slovenia responsabile per i programmi in lingua italiana Antonio Rocco ha spiegato ai consiglieri della CAN Costiera nel dettaglio la grave situazione della Radio e della Televisione di Capodistria, ripercorrendo per sommi capi le attività effettuate nell’ultimo anno per contrastare i tagli (molto consistenti) imposti dalla direzione della RTV di Lubiana che si ripercuotono sul personale e sulla produzione dei programmi. In concreto, non avviene il turnover, non ci sono nuove assunzioni e l’ente riceve da Lubiana meno fondi. Della problematica era stata informata, durante il suo ultimo incontro a Capodistria anche l’Ombudsman della RS, la sig. Vlasta Nussdorfer. Il Presidente Alberto Scheriani ha comunicato che dopo vari solleciti della CAN Costiera, le Commissione per le nazionalità del Governo si riunirà venerdi 23 dicembre per discutere la crisi del centro radiotelevisivo di Capodistria.

Al secondo punto è stato presentato il progetto comune di redazione di un decreto sul bilinguismo omogeneo per tutti e quattro i comuni costieri. Si parte dai quattro statuti comunali e dalle rispettive norme sulla comunità nazionale italiana e poi si vedranno anche i decreti sul bilinguismo già presenti nei comuni di Isola e Capodistria. Sulla base di queste norme già esistenti verrà preparata la bozza di un nuovo decreto per l’applicazione del bilinguismo – su tutti i livelli – nei quattro comuni.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: