Trieste: Essere italofoni

Nei giorni scorsi Trieste ha ospitato la seconda edizione del convegno “Essere italofoni”, organizzato dall’Associazione Trieste Pro Patria, dalla Lega Nazionale di Trieste e dal gruppo Facebook “Essere Italofoni ®”.

ts-italofoni4

Il convegno si è svolto in due giornate. La prima, dal titolo “Omologazione globale o sovranità nazionale” ha trattato tematiche sulla questione linguistica, mentre nella seconda giornata, dal titolo “L’Italia oltre i confini”, si è parlato di esperienze relative all’uso della lingua italiana in paesi esteri.

Maurizio Tremul, Presidente della Giunta Esecutiva dell’Unione Italiana, ha presentato la situazione attuale della Comunità Nazionale Italiana in Slovenia e Croazia con particolare riferimento allo stato della lingua italiana, del bilinguismo e delle numerose iniziative politiche e istituzionali che l’Unione Italiana sta avviando in favore della sua ulteriore promozione e applicazione. Il Presidente Tremul si è soffermato anche sui progetti europei che vede impegnata l’UI proprio nel campo linguistico, sulle difficoltà che incontrano i media della CNI, sulla proficua collaborazione con le Associazioni degli esuli e sugli anniversari dell’UI: il 25° della sua nascita e il 20° del Trattato bilaterale italo-croato sulle minoranze.

Presenti, tra gli altri, anche il Presidente della Lega Nazionale, Paolo Sardos Albertini, il Fondatore di “Essere Italofoni ®”, Massimiliano Fabbri, il Direttore de L’Arena di Pola, Paolo Radivo e il Presidente di Trieste Pro Patria, Nino Martelli. A conclusione del convegno, si è svolta una parata nel centro di Trieste, da piazza Oberdan fino a piazza Sant’Antonio Nuovo per ricordare il ritorno di Trieste all’Italia e le tragiche vicende ad esso collegate.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: