Bilinguismo, province e atti interni alla CAN di Isola

30-6-2021. Seduta ordinaria per la CAN Comunale. Guidata dal presidente, Marko Gregorič, ha esaminato alcuni atti politici e interni. I presenti hanno preso posizione sulla bozza di legge che darebbe vita alle province in Slovenia. Si tratta del livello dell’autogoverno locale mancante nel sistema politico sloveno, ossia quello tra stato e comuni. Le norme in dibattito a Lubiana sono state firmate dal Consiglio di stato. Non trovano appoggio nei quattro comuni della fascia costiera, poiché prevedono che siano inclusi in un’amministrazione con il Carso, con Villa del Nevoso e con Postumia, dove avrebbe sede l’amministrazione provinciale. La CAN isolana sosterrà la nascita di una provincia autonoma per i quattro comuni istriani, a statuto speciale, che tenga conto delle particolarità del territorio, compresa la presenza della Comunità nazionale italiana. Nel nuovo consiglio provinciale chiederà un’adeguata rappresentanza per la CNI, nonché la possibilità di designare un vicepresidente connazionale. Il presidente Gregorič ha informato i consiglieri dei prossimi passi per l’approvazione del decreto sul bilinguismo, stilato dalla CAN Costiera. Il documento sarà ora presentato dalle CAN Comunali ai rispettivi Consigli municipali per l’approvazione definitiva. Il Consiglio della CAN ha avviato, inoltre gli iter per la modifica del proprio statuto in alcuni capitoli da adeguare alle norme vigenti e l’integrazione del regolamento di Casa Manzioli. Due apposite commissioni prepareranno i materiali.

TESTO: IL MANDRACCHIO.ORG

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: