LA MANDOLINISTICA CAPODISTRIANA SUPPORTA L’OTTOBRE ROSA

23-10-21. Ottobre, il “mese rosa”, riporta in primo piano la sensibilizzazione della cittadinanza sui rischi del tumore al seno. Diverse sono state le attività, per riportare all’attenzione l’importanza della prevenzione. Per l’occasione, a Isola è stata illuminata di rosa la facciata dell’ex palazzo podestà, affacciato sul mandracchio e la CAN di Isola assieme alla sezione del Litorale dell’Associazione Europa Donna ha proposto il concerto della Mandolinistica Capodistriana, che opera in seno alla Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria. Ieri sera, la chiesa di Santa Maria d’Alieto si è riempita di un numeroso pubblico, che ha particolarmente gradito la musica proposta dall’orchestra. A salutare i presenti, tra i quali il presidente del sodalizio capodistriano Mario Steffè, la coordinatrice culturale della CAN isolana, Agnrese Babič. Ha sottolineato l’importanza di tener presente durante tutto l’anno e non solamente nel mese d’ottobre, che la prevenzione è fondamentale per limitare gli irreparabili danni che il cancro al seno procura. Anche Darja Rojec, coordinatrice della sezione costiera dell’Associazione Europa donna, ha rilevato che l’argomento è ancora troppo poco trattato. Nel corso di ottobre hanno diffuso nei centri cittadini tra i passanti volantini e informazioni evidenziando, che con la prevenzione si può salvare tante vite. Ha poi ringraziato l’orchestra, che da diversi anni si mette a disposizione, accogliendo inviti a suonare. La Mandolinistica Capodistriana, sotto la direzione del Maestro Sergio Zigiotti, ha aperto il repertorio con l’Ave Maria di Vladimir Vavilov e non sono mancati brani tratti da opere o da famose colonne sonore, che hanno letteralmente incantato il pubblico, che ha risposto con ripetute standing ovation. Per ovvie ragioni, dunque, l’orchestra a plettro non si è risparmiata l’esecuzione di due bis, ringraziando così l’apprezzamento dei presenti.

Testo e foto: Mariella Mehle
Agnese e Darja

il fiocco rosa

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *