Le Minicantanti isolane sul palco della CI di Buie

20-5-2022. Questa sera le Minicantanti della Comunità degli Italiani “Dante Alighieri” di Isola hanno partecipato alla rassegna “Bimbi allegri”, organizzata dalla Comunità degli Italiani di Buie e interamente dedicata ai cantanti più piccoli, attivi nei vari sodalizi. La manifestazione che si tiene tradizionalmente presso la sede della Comunità di Buie, è volta ad esaltare i talenti in erba, ma è anche un’opportunità per i bimbi di stringere nuove amicizie con i loro coetanei e per i rappresentanti dei vari sodalizi di avviare proficue collaborazioni. Questa è stata una delle prime uscite degli attivisti della “Dante Alighieri” dopo il lungo periodo di stasi, dovuto alla pandemia e tutte le Comunità partecipanti hanno espresso grande soddisfazione nel poter nuovamente promuovere e partecipare a tali iniziative. A fare gli onori di casa è stata la presidente del sodalizio ospitante, Lena Korenika, che ha ringraziato tutti i partecipanti, passando poi la parola al giovane presentatore An, che ha introdotto le esibizioni dei gruppi, provenienti tutti dall’Istria Settentrionale. A rompere il ghiaccio sono stati i minicantanti della Comunità di Momiano, seguiti da Cristina Benolić, che hanno lasciato il palco agli amici di Matterada, diretti da Luciana Uljenik. È stata poi la volta delle isolane Sara Kosmina, Vita Baruca e Naja Fuks, istruite da Evelin Zonta, ma accompagnate questa volta dall’ex mentore dei minicantanti, Fiorenzo Dassena, che hanno proposto tre canzoni tratte dai cartoni animati. A chiudere lo spettacolo è stato il gruppo più numeroso, quello dei padroni di casa, diretti dalla giovane Chiara Bonetti, anche lei con un passato da minicantante. Il folto pubblico, composto perlopiù da bambini, ha regalato a tutti gli esecutori scroscianti applausi. Come suggerisce già il titolo della manifestazione, è stata una serata all’insegna dell’allegria e della simpatia, nonché un’importante occasione per i bambini di dare dimostrazione delle loro capacità canore.

Testo e foto: Kris Dassena

DSC 0121

DSC 0132

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.