Mostra personale di Mimmo Lombezzi a Palazzo Manzioli

È stata inaugurata venerdì sera presso lo spazio espositivo di Palazzo Manzioli la mostra di Mimmo Lombezzi, noto al vasto pubblico per la sua importante carriera giornalistica, in particolar per le cronache di guerra dai Balcani. L’esposizione è stata organizzata dalla Comunità autogestita della nazionalità italiana di Isola in collaborazione con la Galleria Insula di Isola. A introdurre l’ospite sono stati Agnese Babič, coordinatrice culturale della CAN di Isola e il critico d’arte, nonché curatore della galleria Insula, Dejan Mehmedovič. Nonostante la ricca e impegnativa carriera da reporter, conduttore e scrittore, Mimmo Lombezzi non abbandona mai l’arte e dal 2003 a oggi ha esposto le proprie opere in numerose mostre collettive e personali. Al pubblico di Palazzo Manzioli si presenta con una serie di sculture lignee, acqueforti, dipinti e collage che esprimono le passate esperienze del poliedrico personaggio e trasmettono a chi ci si sofferma emozioni forti, specie attraverso le figure del regno animale. Queste vengono adoperate per comunicare le peculiarità dell’essere umano, anche con una nota di sarcasmo, come “Assemblea di condominio”. Molto diretto, invece, il messaggio delle due stampe con tempera e carboncino “Sozaboy”, che raffigurano la tragedia dei soldati-bambini, realtà che Lombezzi ha conosciuto da vicino. L’artista si è detto molto legato alla nostre terre, dalle quali è sempre partito per coprire la Guerra nei Balcani, ma anche per l’amicizia con il cameraman Igor Vučič, compagno di “avventure”. Presenti all’inaugurazione anche i presidenti delle due Comunità degli italiani “Dante Alighieri” e “Pasquale Besenghi degli Ughi”, Fiorenzo Dassena e Robi Štule.
TESTO E FOTO: MAJA CERGOL

dav
dav
dav
dav
Tag:,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: