Musica di violini e viole in Sala Nobile

30-01-20. Giovedi era si è tenuto a Palazzo Manzioli un breve spettacolo musicale allestito dal gruppo di violino, che in seno alla Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi degli Ughi”, opera già da alcuni anni. A guidarlo è la maestra Cristina Verità, che almeno due volte all’anno propone dei deliziosi saggi, dove gli allievi mostrano al pubblico quanto appreso durante gli incontri, che avvengono una volta la settimana. La particolarità dell’insegnamento dello strumento è il metodo, che coinvolge anche i familiari dei giovani musicisti. Si tratta di una filosofia educativa musicale elaborata dal violinista giapponese Shinichi Suzuki nella prima metà dello scorso secolo, secondo il quale l’apprendimento avviene in maniera molto naturale, ovvero per imitazione. Un procedimento volto ad apprendere la musica in modo giocoso e adeguato ai bambini piccoli, dove la teoria detiene un importante ruolo, ma in un secondo momento. Ad aderire al gruppo sono quest’anno una dozzina di allievi sia connazionali che appartenenti alla maggioranza. Provengono oltre che da Isola anche da Capodistria e dintorni e tra le sue fila spiccano tre giovanissimi di tre anni. Questa volta si sono presentati in un repertorio di brani di musica classica e moderna, esibendosi al violino e alla viola, in duo e in gruppo e accompagnati al pianoforte dall’istruttrice, lasciando spazio anche ad alcuni che si sono improvvisati come dirigenti. Il pubblico in sala, composto prevalentemente dai familiari, ha seguito con interesse l’esibizione, regalando calorosi applausi.
Testo e foto: Mariella Mehle

ptr

edf

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: