San Nicolò a Palazzo Manzioli

Sabato pomeriggio si è svolta la manifestazione per bambini “Aspettando San Nicolò”, evento pre-natalizio ormai tradizionalmente organizzato dalla Comunità degli Italiani “Dante Alighieri”. La Sala Nobile si è nuovamente dimostrata quasi troppo piccola per il grande numero di bambini, quasi una novantina, che hanno atteso con impazienza l’arrivo del Santo, protettore dei bambini.
Anche quest’anno il programma ha visto la messa in scena di un siparietto, questa volta scritto dal giovane Martin Krajcar e diretto da Tjaša Krajcar, la quale ha curato anche scenografia e costumi. A narrare la storia, con una bella morale finale, nella quale il bene trionfa sul male, è stata Silvia Peruzzo nelle vesti della fatina raccontastorie, la quale ha saputo coivolgere i bambini. Prima dell’attesissimo arrivo del buon vescovo, Silvia e Tjaša aiutate dall’animatrice Tessa Dassena, hanno preparato un gioco facendo ballare un po’ i bambini che non stavano già più nella pelle. É seguita ancora una video-fiaba scritta da Tjaša e letta da Chiarastella Fatigato, dove a fare da protagoniste sono state le verdure, non troppo amate dai bambini, ma importantissime per la salute.
Ed ecco che al culmine della festa a bussare alla porta è stato l’attesissimo San Nicolò, vestito da vescovo con l’immancabile bastone pastorale. I bambini palesemente emozionati lo hanno subito circondato, alcuni lo hanno anche abbracciato o dato il cinque. A tutti ha portato una strenna e ha fatto promettere loro che nell’anno a venire mangeranno anche la verdura e non solamente i dolci.
TESTO E FOTO: KRIS DASSENA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: