Omaggio alla poesia di De André

16-10-2021. La Sala Nobile di Palazzo Manzioli, dopo un anno, ha ripreso ad ospitare anche gli appuntamenti della Comunità degli Italiani “Dante Alighieri”, che sabato scorso ha dedicato un concerto a Fabrizio De André. Ad omaggiare il cantautore genovese è stato il complesso musicale “Pane e Refosco” che opera in seno al sodalizio e che è composto dai coniugi Gianni Pellegrini e Chiarastella Fatigato, nonché dai loro tre figli Giuseppe, Michele e dalla piccola Annamarina, che si è esibita per la prima volta davanti al pubblico. Sotto la guida artistica di Pellegrini che ha anche condotto la serata, in più di un’ora di repertorio il gruppo ha proposto alcuni dei brani più celebri del “poeta della musica”, facendo risuonare le storie di Marinella, Andrea, Bocca di Rosa e dei numerosi altri personaggi che popolano i suoi versi. Canzoni pungenti, le sue, che hanno rivoluzionato la canzone d’autore italiana, proprio perché raccontavano in maniera nuda e cruda le storie degli ultimi, degli sconfitti e degli emarginati da una società spesso malvagia, bigotta e moralista. De André ha saputo trattare e spiegare attraverso la sua raffinata e complessa poetica, temi tuttora di grande attualità che andrebbero avvicinati ai giovani, come ad esempio “La Guerra di Piero”, che secondo il prof. Pellegrini, è un brano da proporre ai ragazzi, perché illustra in modo molto semplice l’assurdità dei conflitti bellici. I protagonisti della serata, alla quale anno presenziato pure il nuovo Console generale d’Italia a Capodistria, dott.Giovanni Coviello, e il deputato al seggio specifico per la Comunità nazionale italiana presso il Parlamento sloveno, Felice Žiža, hanno esaltato Faber. Questo l’appellativo che diede a De Andrè l’amico Paolo Villaggio, sposando musica e parole tratte da diverse pubblicazioni a lui dedicate, esposte in bella mostra sul palco assieme ai suoi dischi.

Testo e foto: Kris Dassena
Omaggio a De Andre Band

Omaggio a De Andre Gianni PellegriniOmaggio a De Andre Scenografia

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *