Concerto del pianista Emanuele Savron

8-6-2022. Emanuele Savron, giovane e talentuoso pianista triestino, si è esibito in concerto nella Sala Nobile del Palazzo Manzioli. A fare gli onori di casa è stato Fiorenzo Dassena, presidente della Comunità degli italiani Dante Alighieri” di Isola, che ha organizzato l’evento. Ha salutato i presenti, dando un caloroso benvenuto in particolare a Giovanni Coviello, Console generale d’Italia a Capodistria e ad Agnese Babič, vicesindaca del Comune di Isola. Ha poi ceduto la parola a Gianni Pellegrini, professore di lettere nei licei triestini, nonché grande appassionato di musica, che si è assunto il ruolo di presentatore della serata. Ha introdotto al pubblico Savron, suo ex studente, giovane talento musicale, ventiduenne, che ha iniziato a suonare il pianoforte alla tenera età di sei anni, sotto alla guida del Maestro Pierpaolo Levi. Attualmente è iscritto al corso triennale di laurea al conservatorio “Tartini” di Trieste ed è allievo di due grandi nomi del panorama pianistico internazionale: Leonid Margarius e Marcella Crudeli. Emanuele Savron è un talento espresso non solo in Italia, ma anche all’estero, particolarmente in tutt’Europa; menzioniamo solamente che questo giovane pianista si è esibito anche al Museo statale Ermitage di San Pietroburgo. Ha poi vinto numerosi premi nazionali e internazionali. Infatti, grazie al primo premio al concorso internazionale Roma 2019, nella categoria Emergenti under 25, è stato segnalato come uno dei pianisti più interessanti e promettenti della sua generazione. É stato, quindi, senza alcun dubbio un grande onore poterlo ascoltare al Manzioli, dove ha suonato ben cinque composizioni musicali di autori diversi: il programma della serata, infatti, prevedeva brani di Ludwig van Beethoven, Fryderyk Chopin e Franz Lists. La musica sotto alle dita agilissime di Emanuele Savron ha rallegrato gli animi e ha fatto venire la pelle d’oca all’uditorio. Il pianista ha mostrato grande talento e amore verso strutture musicali difficili, ma senz’altro emozionanti. É stato applaudito a più riprese, con tanto di standing ovation finale. Dopo il concerto gli spettatori hanno potuto concludere la serata con un incontro informale al piano terra, per conoscere meglio il giovane pianista triestino.

TESTO E FOTO: ANNA MARIA GREGO

IMG 6028IMG 6027IMG 6041

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.