CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA: CAUTELA CON I TERRENI DI LIVADE

6-7-2023. n apertura della sua ultima seduta, il Consiglio comunale di Isola è stato informato delle dimissioni della consigliere Vida Orbanić, membro della Lista Vasilij Žbogar. Proseguendo l’organismo ha approvato all’unanimità il piano urbanistico particolareggiato.  per l’area dell’ospedale di Isola. Hanno poi occupato gran parte dei dibattiti le questioni immobiliari. Il Consiglio isolano è stato informato dettagliatamente della prevista vendita di terreni nell’area di Livade, di proprietà della società Projekt 2020 e sui quali la municipalità avrebbe potuto esercitare il diritto di prelazione, a cui ha rinunciato. La cifra complessiva in ballo era pari a 8.540.000 euro. I consiglieri hanno adottato una delibera che invita il venditore e l’eventuale acquirente a prendere conoscenza della documentazione completa della vendita di immobili comunali alla società Projekt 2020 e di tutta l’altra documentazione a disposizione degli organismi comunali, compreso un dettagliato parere espresso dal legale incaricato. L’appello è stato alla cautela per evitare conflitti in seguito e soprattutto il Comune di è tutelato di fronte al rischio di querele.  Restando nel campo degli immobili i consiglieri hanno approvato la vendita di diversi immobili comunali su iniziativa dei proprietari dei lotti confinanti.  Contestualmente sarà in vendita un edificio residenziale con cortile nel centro di Corte d’Isola. La casa, costruita intorno al 1800 è in condizioni fatiscenti e misura 118 mq, mentre l’altro edificio è stato costruito intorno al 1900, misura 50 mq e necessita di una completa ristrutturazione. Il prezzo di partenza per le quote di comproprietà del comune è di 38.400 euro. In vendita sarà anche un appartamento in via Smrekar, ubicato al secondo piano, che necessita di completa ristrutturazione. Il prezzo richiesto è di 157.000 euro. I consiglieri hanno inoltre approvato la vendita di una casa in via Gregorčič, di 215,8 mq. Si tratta di un edificio di quattro piani che anche in questo caso ha bisogno di grandi interventi di consolidamento. Il prezzo richiesto è di 290.000 euro. È seguita la presentazione della proposta di assestamento del bilancio del Comune di Isola per il 2023, che nasce dall’esigenza di armonizzare il piano finanziario approvato nei mersi scorsi. Considerato che le entrate non fiscali saranno inferiori di 780.000 euro per la mancata realizzazione di alcuni progetti, questi mezzi sono stati cancellati. Diminuiscono anche le entrate derivanti dai contributi comunali per un importo di 430.000 euro, che erano previsti con la costruzione di un condominio. L’investimento è stato rinviato al prossimo anno. Le perdite saranno coperte mediante l’utilizzo di fondi di riserva. Si prevede, inoltre, un aumento di alcuni ricavi. Tra l’altro, ci saranno più di 600.000 euro in più di reddito da capitale dalla vendita di terreni edificabili, di cui 300.000 euro da permute, anch’essi indicati tra le spese. Ci sono anche diversi cambiamenti sul lato della spesa. Tra l’altro, il costo della fornitura di energia elettrica per il fabbisogno di illuminazione pubblica sarà superiore di oltre 100.000 euro, e l’esame della rete fognaria nel centro storico costerà più di 70.000 euro per garantire la sicurezza contro le inondazioni.

TESTO: GIANNI KATONAR

FOTO: LA VOCE DEL MANDRACCHIO

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *