È STATO PRESENTATO IL “BAULETTO” DI FULVIA GRBAC

16-6-21. Presentato all’aperto in Piazza Manzioli ieri pomeriggio il progetto “Che bauletto!” ideato da Fulvia Grbac e promosso dalla CAN di Isola. La sua coordinatrice, Agnese Babič, ha salutato il numeroso pubblico accorso tra i quali il presidente dell’UI Maurizio Tremul, la preside della SEI Dante Alighieri Cristina Valentič Kostić, il presidente della CI “Pasquale Besenghi degli Ughi” e il consigliere della CAN Fiorenzo Dassena. Si è detta particolarmente orgogliosa del compimento del progetto in cantiere da diversi anni, poiché la pubblicazione raccoglie parte del lavoro e dei ricordi legati ai laboratori creativo-artistici organizzati a Palazzo Manzioli nel periodo estivo nel corso di oltre una decina di anni, dando corpo a un progetto creativo, educativo e interattivo destinato a bambini ma anche ad educatori. La presentazione è stata affidata a Piero Guglielmini, curatore di eventi letterari, consulenze su scrittura e illustrazione, che ha voluto sottolineare alcune caratteristiche della pubblicazione come la sistematicità con cui è stato realizzato e il contenuto volto alla valorizzazione del territorio legato alla tradizione come un sistema aperto e alla volontà di aprire il discorso dell’arte alla realtà di tutti i giorni. L’autrice nel salutare i presenti ha scorto molti partecipanti dei primi laboratori, oggi già grandi ed è stata colta da un visibile momento di commozione. Ha specificato che alcuni partecipanti sono tornati a distanza di anni a fornirle un supporto come assistenti durante i suoi laboratori. Ha raccontato che il lungo e impegnativo lavoro le è stato alleggerito da molte persone tra cui in particolare la consulenza e realizzazione della veste grafica affidata all’impresa Ideja plus e il supporto dal punto di vista linguistico fornito da Sabina Parma. La Grbac si è detta felicissima che il “Bauletto c’è e possa prender vita nelle mani di bambini che cresceranno, quelli che sono già cresciuti e anche in quelle di insegnanti e educatori che vorranno prendere qualche spunto da questa mia fatica”. Ha poi descritto il contenuto e la struttura della valigetta costituita da 4 libretti: quello rosso racchiude il diario dei laboratori, quello arancione è dedicato alla creatività, il verde alla lettura con la storia e le illustrazioni ideate dall’autrice stessa e il blu è un invito a riempirlo di fantasia con i colori a matita allegati accanto a un coloratissimo gioco. In conclusione la Grbac ha ribadito l’importanza della collaborazione con le scuole e gli asili oltre alle istituzioni che aiutano a realizzare iniziative del genere. La Babič ha condiviso il medesimo pensiero rimarcando che “bambini piccoli che vengono a Palazzo Manzioli, crescendo ritornano per un’esperienza lavorativa, percorso che raggruppa più generazioni”. L’evento si è concluso con la distribuzione della valigetta-bauletto ai presenti.
Testo e foto: Mariella Mehle


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: