REFUSCUS MUNDI – UN MONDO DI REFOSCO

8-2-2020. Ieri si è svolta la sesta edizione del Festival Refuscus Mundi – Un mondo di refosco. I vini rossi presentanti a Palazzo Manzioli sono stati i protagonisti di una grande giornata all’insegna dell’enologia. Oltre quaranta il numero dei rinomati produttori provenienti dalla Croazia, dall’Italia e ovviamente dalla Slovenia, che hanno proposto i vini ottenuti dalle varietà autoctone del vitigno refosco. Il Festival ha aperto le sue porte qualche minuto prima delle ore 14, quando si è svolta la cerimonia di inaugurazione, dove a fare da moderatrice è stata Agnese Babič, coordinatrice culturale della CAN, che ha poi preso la parola anche come vicesindaco di Isola, ringraziando da parte del Comune i protagonisti delle iniziative quali il Refuscus, il nuovo presidente dell’associazione Vinadria – organizzatrice del Festival – Franko Palčič, Borut Fakin – direttore della più grande casa produttrice di vini nel capodistriano, la Vinakoper e, infine, il parroco di Isola, Janez Kobal, che ha poi benedetto i vini, i vignaioli e la terra. Se all’inizio l’affluenza è sembrata scarsa, al calar del sole Palazzo Manzioli si era riempito di visitatori, esperti, amanti, appassionati e curiosi di assaggiare queste specialità ferme o spumantizzate, che variano da colori rosati a quelli di un rosso tanto forte, da farli sembrare letteralmente neri.

Testo e foto: Vita Valenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: