La commedia ”Il clan delle vedove” alla Casa di Cultura di Isola

16-11-2019. Sabato sera  il gruppo teatrale ”Incontro” ha rallegrato la giornata piovosa e fredda presentando al pubblico isolano la  recente commedia, tratta da un’opera dell’autrice francese Ginette Bauvais Garcin, con addattamento e regia di Simonetta Feresin. La parte tecnica per le luci e il suono, è stata affidata a Valerio Cappellini. L’opera mette in scena le vicende di tre amiche, delle quali una rimane improvvisamente vedova, alle prese con numerosi eventi sia tristi sia divertenti. Il ‘’Teatro Incontro’’ è un’associazione teatrale amatoriale fondata nel 1975 da Spiro Dalla Porta Xydias, assieme ad altri appassionati di cultura e teatro. Il gruppo presenta varie opere e arti drammatche teatrali oltre alla recitazione, al canto, agli elementi di regia, alla danza e alla musica. Le opere sono spesso molto semplici, adatte ad un pubblico vario. L’evento è stato introdotto dalla presentatrice, Patrizia Korošeč, che ha portato i saluti di Robi Štule, presidente del sodalizio ospitante. Ha presentato brevemente il gruppo teatrale e l’attrice Simonetta Feresin, che quest’anno ha vinto il premio ”F.I.T.A. Friuli Venezia Giulia 2019”, assegnatole per il ruolo di Rose nell’omonima opera teatrale. L’attrice ha giustificato  l’assenza dell’attrice Flavia Visintin, che purtroppo non è potuta essere in teatro a Isola, il suo ruolo è stato assunto dall’attore Francesco Facca. ”Il clan delle vedove” inizia con Rose (Simonetta Feresin), della quale il marito viene imporvvisamente a mancare, pronte a soccorrela sono le migliori amiche, anche vedove, Jackie (Elena De Cecco) e Marcelle (Daniela Devescovi). Le tre andranno incontro ad una serie di scoperte, piacevoli e meno piacevoli, riguardo i loro defunti mariti. Non sono mancati colpi di scena, i pianti, le risate, le confidenze e le tenerezze, che sono bastate per rallegrare il pubblico. La commedia è stata accolta con sonori applausi da parte del pubblico, gli attori hanno ringraziato i presenti, promettendo di tornare al più presto a Isola.

Testo e foto: Lia Grazia Gobbo

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: