San Martino tra sapori nostrani e musica

10-11-2019. Grande interesse quello dimostrato per il tradizionale evento di San Martino promosso domenica pomeriggio dalla Comunità degli italiani “Pasquale Besenghi degli Ughi”, diretta da Robi Štule e svoltosi in Piazza Manzioli, nell’omonimo palazzo e nella Chiesa di Santa Maria d’Alieto. Una manifestazione che ha naturalmente visto il vino come protagonista, ma alla quale non sono mancati anche piatti tipici e tanta buona musica. Il programma ha innanzitutto previsto la degustazione in piazza di vini novelli dei viticoltori locali. Dopodiché nella limitrofa chiesa ha avuto luogo la messa durante la quale il parroco don Janez Kobal ha benedetto i vini degli espositori. Nel palazzo sul lato opposto della piazza si è passati poi al programma culturale che quest’anno è stato all’insegna della musica corale e ha visto la partecipazione del Coro misto Ginestra – Brništra di Bertocchi e della Compagnia Isolana. Il folto pubblico ha apprezzato il repertorio di canzoni popolari di entrambi i complessi, ma anche la poliedricità del coro di Bertocchi, che ha proposto anche brani di musica sacra e vocal pop. Matej Zaro della Cantina vinicola Zaro, in un intermezzo enologico, ha illustrato le caratteristiche dell’annata vinicola che è stata «difficile e tribolata». Questa ha comunque portato a una vendemmia «caratterizzata da un’altissima qualità», con però una produzione in calo rispetto all’anno precedente. Alla fine del concerto, al quale hanno presenziato anche il deputato al seggio specifico per la CNI al Parlamento sloveno, Felice Žiža e la vicesindaco di Isola, Agnese Babič, è seguito un momento conviviale. I visitatori hanno potuto assaggiare dei piatti e dei dolci tipici della festa del vino.

TESTO E FOTO: Kris Dassena

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: