A Palazzo Manzioli la poesia bilingue di Patricija Sosič Kobal

La Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola ha proposto venerdì, 22 marzo, in occasione della Giornata mondiale della poesia, la serata letteraria dedicata all’isolana Patricija Sosič Kobal. Ad essere presentata è stata la seconda raccolta di poesie dell’autrice, intitolata “Srce sredi kaosa/ Un cuore in mezzo al caos” che è stata pubblicata quest’anno, edita dalla Biblioteca civica di Isola, con la quale la CAN ha collaborato per l’iniziativa. Una serata tutta al femminile, che oltre alla protagonista ha visto partecipare la giornalista della RTV di Capodistria, Luisa Antoni che ha condotto il colloquio con la poetessa, della direttrice della Biblioteca civica, Marina Hrs e della poetessa Dorina Bržan, alla quale è stata affidata la lettura delle poesie in lingua italiana.
All’interno della raccolta possiamo trovare poesie in lingua slovena, affiancate dalla traduzione in italiano di Jolka Milič. La Sosič Kobal stessa ha ammesso che le poesie tradotte hanno un suono decisamente diverso, causa la sonorità dei due idiomi così dissimili l’uno dall’altro. Ma la traduttrice ha saputo ugualmente interpretare e racchiudere tutte le emozioni che traspirano dalle parole, perché come ha detto l’autrice» un buon traduttore deve essere come l’autore stesso, deve sentire tutto ciò che senti tu«.
»Il libro si presenta come una specie di commento di vita vissuta, ma una vita vissuta da ciascuno di noi« lo ha descritto la Antoni, la quale ha anche voluto sottolineare la sua semplicità, poiché non contiene nient’altro che poesia.

TESTO E FOTO: KRIS DASSENA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: