DISEGNI VIVACI E CARICHI DI ESPRESSIVITÀ PER GLI AMICI ANIMALI

28-11-2019. Giovedì è tornato a Palazzo Manzioli l’appuntamento tradizionale dedicato agli animali, indetto dalla Comunità degli Italiani Pasquale Besenghi degli Ughi. “Un amico a quattro zampe”, è giunto quest’anno alla sua quarta edizione e il suo successo è riconducibile all’interesse, l’impegno e alla sensibilizzazione di molte persone, verso i bisogni e i pericoli degli animali, con i quali condividiamo nel quotidiano il pianeta in generale. L’evento vede la sua realizzazione grazie all’unione delle forze del gruppo di pittura della Besenghi “La macia”, capitanato da Fulvia Grbac, dell’Associazione “Mačja preja” di Capodistria e l’adesione della Scuola elementare “Dante Alighieri”. Le corsiste de “La macia” hanno realizzato e donato degli oggetti, come pure Carmen Svettini, che ogni anno prepara delle piccole creazioni, che vanno ad arricchire l’offerta di lavori manuali al pubblico, in cambio di piccoli contributi. Il ricavato viene interamente devoluto all’Associazione per l’aiuto ai gatti del Litorale, che attualmente si prende cura di 70 animali. La volontaria Ilaria Raschini, ha voluto ringraziare, oltre al presidente della CI Besenghi, Robi Štule che supporta l’iniziativa, in particolar modo gli alunni e la facente funzione di preside della SE “Dante Alighieri”, Cristina Valentič Kostić, per la collaborazione. Il programma della serata ha coinvolto il tecnico veterinario, Kevin Bratuša, della clinica Elbivet di Colombano, che ha descritto in che cosa consiste il suo lavoro ed ha poi proposto un breve quiz per coinvolgere i più giovani. Il momento centrale è stata la premiazione dei disegni pervenuti al concorso, che quest’anno avevano come spunto di riflessione l’influenza dell’inquinamento sugli animali. A giudicarli sono state la Grbac, la Raschini e Melita Vodišek, presidente dell’associazione amica dei gatti, che hanno voluto evidenziare i lavori di quest’anno molto originali e seri. Ad allietare la serata con delle esibizioni all’arpa è stata Elsa Manzutto, che alla fine del programma è intervenuta anche in veste di presidente dell’associazione “Famiglia Umaghese” di Trieste, per ringraziare il presidente del sodalizio isolano Štule dell’ invito e per tutte le iniziative intraprese in comune, ricordando l’incontro del 13 novembre scorso, incentrato sulla propedeutica musicale e anticipando l’evento del prossimo febbraio, dedicato al ricordo dell’Istria del passato. In chiusura alunni, genitori e insegnanti sono stati invitati a un piccolo rinfresco, a contribuire alla causa dell’evento e ad ammirare i lavori esposti al pianterreno.

Testo e foto: Mariella Mehle

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: