IL GRAN PREMIO DI CICLISMO RAVVIVA ISOLA

21-3-2021. Le migliori squadre di ciclismo slovene e alcune straniere hanno dato vita domenica pomeriggio al Gran premio dell’Istria. Le limitazioni anti-covid non hanno impedito agli atleti di misurarsi su un tracciato, ripetuto tre volte, che ha unito Isola a Dragogna, Sicciole Santa Lucia per far ritorno a Isola, per complessivi 157 chilometri. Si è trattato della prima corsa ciclistica ufficiale in regione dal luglio scorso. Con le loro maglie variopinte i corridori hanno ridato vita alle vie cittadine, sempre sotto quasi completo lockdown, con tanto di coprifuoco notturno. La competizione ha richiesto un enorme sforzo organizzativo. Decine di poliziotti, compresi i motociclisti, sono stati impegnati a scortare la carovana lungo le strade statali e regionali, ma sono serviti centinaia di steward per bloccare ogni via laterale, anche la più piccola, al passaggio dei ciclisti. Imponente anche lo spiegamento di sanitari, con le ambulanze del Pronto soccorso. Il pubblico ha sfidato il freddo pungente della bora, disponendosi lungo le principali arterie cittadine per seguire la corsa, ma non ha potuto assistere da vicino alla partenza e all’arrivo in Viale Primo maggio, sempre per le misure anti-epidemia. Per la cronaca diremo che il Gran Premio è stato un trionfo italiano. Ha vinto Mirco Maestri della Bardiani-CSF-Faizane, che ha regolato in volata i connazionali Leonardo Marchiori (Androni Giocattoli – Sidermec) in Daniel Smarzaro (D’Amico-UM Tools). Il migliore degli sloveni è stato Tilen Finkšt (Ljubljana Gusto Santic).

TESTO E FOTO: IL MANDRACCHIO.ORG

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *