Referendum sul piano regolatore: vincono i NO

10-1-2021 Gli isolani si sono recati alle urne e al referendum hanno scelto di non appoggiare il piano regolatore comunale. Secondo i dati ufficiosi, resi noti ieri sera dalla Commissione elettorale comunale, contro il documento hanno votato 3062 elettori, ovvero il 72 per cento, mentre i favorevoli sono stati 1169, quindi il 28 per cento. L’affluenza è stata del 31,56 per cento. I risultati ufficiali verranno pubblicati nel corso della giornata, ma come dichiarato dalla presidente della Commissione elettorale, Magda Mlač, non possono cambiare significativamente. Verranno aggiunti, infatti, soltanto i voti di 22 elettori che si sono espressi per corrispondenza. È stato, dunque, raggiunto il quorum del 20 per cento necessario affinché l’esito della consultazione popolare sia considerato valido. L’affluenza maggiore è stata registrata ai seggi dell’entroterra. A Settore si è recato alle urne il 47 per cento della popolazione, a Malio il 45 per cento, a Saredo il 44 per cento. Soltanto in uno del 14 seggi, precisamente a Baré, la maggioranza degli elettori, ovvero il 56 per cento, ha votato a favore del piano regolatore, mentre al voto anticipato la percentuale di favorevoli e contrari è stata pressoché uguale. La più alta percentuale di voti contrari è stata, invece, rilevata al seggio della Scuola elementare di Livade, dove ben l’84 per cento degli elettori ha votato per l’abrogazione del piano regolatore. Secondo quanto dichiarato dalla Commissione elettorale non sono state segnalate irregolarità né violazioni del silenzio elettorale.

Testo e foto: Kris Dassena

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *