La Giornata della Repubblica Italiana ricordata a Capodistria

Con una splendida cerimonia a Museo regionale di Capodistria, il Consolato generale d’Italia ha ricordato sabato sera la Giornata della Repubblica italiana. Alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia a Lubiana, Paolo Trichilo, gli onori di casa sono stati fatti dal Console generale, Giuseppe D’Agosto, che ha rimarcato l’importanza storica della ricorrenza e lo sviluppo sociale ed economico del Paese nei decenni post- bellici. Parlando del presente nella Circoscrizione consolare di sua competenza, ha rilevato l’intenso momento che sta vivendo, con il costante aumento degli italiani che decidono di fissare la loro residenza nel Litorale sloveno. Per loro e per la Comunità italiana residente, il Consolato generale d’Italia vuole mantenere le porte sempre aperte per una reciproca collaborazione. L’Ambasciatore Trichilo ha ringraziato per la loro presenza tutte le autorità, rivolgendo un saluto particolare a Roberto Battelli, deputato italiano uscente al Parlamento sloveno. Quindi sono state consegnate le onorificenze del Presidente della Repubblica per il 2018. Il titolo di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia è andato al professor Alberto Scheriani, vicesindaco di Capodistria, presidente della CAN costiera e preside della Scuola media Pietro Coppo di Isola. Nella motivazione è stato ricordato il suo impegno a favore della Comunità nazionale italiana e nel mondo della scuola. La Stella al Merito del Lavoro con il titolo di Maestro del Lavoro è stata consegnata, invece, all’ingegner Pier Maria Francesconi, per i lunghi decenni di lavoro nelle aziende slovene ed in particolare presso la fabbrica motori Tomos, di cui fu uno dei responsabili tecnici.
FOTO E TESTO: REDAZIONE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: