CONSEGNATI I PREMI IN OCCASIONE DELLA FESTA DEL COMUNE

Una gremita Piazza Manzioli ha fatto da cornice venerdì sera alla cerimonia solenne in occasione della Giornata del Comune di Isola. Alla presenza di numerose autorità, tra cui il deputato al seggio specifico al Parlamento sloveno Felice Žiža, sono stati consegnati i massimi premi della municipalità. Il riconoscimento del Comune di Isola sotto forma di Targa con stemma d’oro è stato conferito a Ottavio Brajko per la sua pluriennale carriera nella musica, che ha notevolmente contributo alla promozione della cittadina: numerosi, infatti, sono stati i concerti assieme al suo gruppo in Canada, Australia, Argentina, Uruguay e Brasile, tant’è che viene tutt’oggi definito “Ambasciatore di Isola”. Premiata con lo stemma d’oro pure la Scuola elementare slovena Vojka Šmuc, per i 200 anni della periferica di Corte d’Isola. Il maggior numero dei premi sono andati alla sfera sociale e umanitaria: la Targa con stemma d’argento è stata conferita alla psicologa e psicoterapeuta Nerina Bonassin Battelli: “Per Nerina il lavoro non è mai stato un impiego, bensì una missione e un amore. Svolge il proprio lavoro secondo i massimi criteri etici e professionali. Coltiva un rapporto professionale con i nostri cittadini più giovani e i loro genitori, aiutandoli a raggiungere autostima, dignità e felicità” questa la motivazione letta da Nataša Benčič, presentatrice della celebrazione. I premi sono, inoltre, andati ad Anica Adamič per il sostegno e l’assistenza gratuita agli anziani infermi, a Nadja Gregorovič per la sue attività nel campo umanitario, delle associazioni e di altre organizzazioni non governative, con particolare attenzione alle persone disagiate. All’imprenditore Viljem Kern è stata consegnata la Targa con stemma d’argento per la sua azienda che da 50 anni impiega numerosi isolani e isolane. Il sindaco Danilo Markočič ha espresso un ringraziamento speciale a Pavle Hevka, direttore dell’Associazione turistica slovena, per il suo impegno volto a modificare la categoria della strada costiera Isola- Capodistria, fattore fondamentale, questo, che ha portato poi alla chiusura al traffico automobilistico dell’arteria. La Festa è stata l’occasione per volgere uno sguardo al futuro di Isola “in cui è fondamentale mantenere un dialogo costruttivo. La nuova Casa di cultura, un Centro per i giovani, l‘infrastruttura per la pesca, le iniziative per stimolare l’imprenditoria, per migliorare l’assistenza ai bambini, per l’accesso alla sanità e agli alloggi sia per i giovani che per gli anziani: questi solo alcuni dei traguardi che ci siamo prefissi” ha dichiarato il primo cittadino. Nel corso della serata è intervenuta pure la vicesindaco italiana, Agnese Babič. “Le problematiche da affrontare sono numerose e non facili. Il mio impegno personale sarà quello di adoperarmi per la diffusione della cultura, della storia e tradizioni isolane, assieme alla costante cura dei diritti particolari della Comunità Nazionale Italiana e per il rafforzamento dei valori della convivenza e tolleranza. Che questa di oggi sia una giornata di festa, portatrice di buoni sentimenti, di amicizia e unità” – ha sottolineato la Babič, prima di lasciare la parola ai premiati, ma anche al ricco programma musicale, sostenuto da 3 Big Band Orchestra, da Lea Sirk, Drago Mislej- Mef e Rudi Bučar.

TESTO E FOTO: MANDRACCHIO.ORG

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: