LA CAN COMUNALE: MONITORARE IL BILINGUISMO

Si è svolta mercoledi, 24 aprile la seduta mensile della CAN comunale di Isola. Nel corso della riunione, guidata dal presidente Marko Gregorič, sono stati verificati prima di tutto i verbali delle riunioni precedenti. Quindi, il Consiglio ha approvato all’unanimità l’assestamento del bilancio per l’anno in corso, dettato dalla definizione dei mezzi forniti dal Comune di Isola alla Comunità nazionale italiana. Come ampiamente previsto, sono stati tagliati oltre 24 mila euro rispetto alle richieste fatte dalla CAN. I mezzi basteranno a far funzionare le istituzioni e a realizzare i loro programmi, ma sarà necessario integrarli con risorse proprie, ottenute lo scorso anno. Non ne risentiranno le due Comunità degli Italiani o le loro sezioni. Per il momento è stata decurtata la voce delle manutenzioni, ma si confida di poter recuperare con l’assestamento del bilancio comunale nella seconda parte del 2019. Proseguirà regolarmente il progetto dell’ascensore a Palazzo Manzioli, atteso con impazienza, come detto dal vicepresidente Enzo Scotto Di Minico, soprattutto dai connazionali più anziani che hanno difficoltà a salire le scale. Sono partite le richieste per la licenza edilizia e si confida di poter avviare i lavori in autunno. Tema centrale della riunione è stata l’attuazione del bilinguismo. Il presidente Gregorič, rifacendosi anche alle delibere della CAN costiera, ha richiamato l’attenzione sulla necessità di vigilare sull’applicazione delle norme per il bilinguismo. Ai connazionali viene chiesto di segnalare in sede qualsiasi omissione o errore nelle tabelle bilingui, la mancata disponibilità di formulari anche in italiano negli uffici pubblci o l’impossibilità di usare la propria lingua per comunicare con i dipendenti del settore pubblico. L’ultimo caso riguarda l’esposizione di indicazioni per le piste ciclabili soltanto in sloveno. Con l’intervento della CAN e dei Consiglieri comunali, la questione è stata risolta. Il presidente ha ricordato che ogni violazione del bilinguismo (o anche i soli casi sospetti) vanno riportati all’indirizzo di posta elettronica: segreteria.manzioli@comunitaitaliana.si. Con l’aiuto del funzionario incaricato, Clio Diabatè, sarà possibile presentare gli esposti necessari all’Ispettorato comunale. Questo ufficio deve essere messo nelle condizioni di far applicare il bilinguismo. Il presidente Gregorič e il consigliere Robi Štule, hanno rimarcato che non va data la priorità alle sanzioni per gli inadempienti, ma piuttosto alla sensibilizzazione sul bilinguismo. Degli interventi sarà informata anche alla CAN costiera, che con il deputato Felice Žiža, porta poi a conoscenza dei ministeri i problemi nel comparto. Sotto le varie è stata discussa la partecipazione alla riedizione del “Cantapiccolo” a Tolentino, alla fine di giugno. Vista la scarsa adesione, sarà impossibile formare un coro di ex partecipanti isolani alla manifestazione, come chiesto dagli organizzatori. I consiglieri della CAN sono stati unanimi nel ribadire il forte legame di Isola con la città marchigiana e la volontà di onorare l’evento con una propria delegazione, nonché con almeno dei cantanti solisti. Sarà valutata la possibilità di far partecipare i mini-cantanti delle due Comunità degli Italiani.
TESTO E FOTO: IL MANDRACCHIO.ORG

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: