DAL CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA: SCONTRI E BOCCIATURE

Vivace riunione del Consiglio comunale di Isola giovedi sera, ancora nella sede provvisoria di San Simone. Le previsioni della vigilia su tensioni tra i gruppi consiliari si sono, purtroppo, avverate. Il sindaco, Danilo Markočič, è finito per la prima volta in minoranza con alcune sue proposte. Hanno riguardato la permuta di alcuni terreni per facilitare poi la nascita della zona artigianale nei pressi della ex Mehano. La maggioranza dei consiglieri ha ritenuto inopportuna la scelta fatta dall’amministrazione comunale, che nel corso della stessa seduta ha provveduto a cedere numerosi altri immobili. Il primo cittadino ha espresso sorpresa per l’esito del voto, poiché lo scambio di beni immobili era stato concordato a livello di capigruppo. Non è passata nemmeno la proposta di assenso alla riconferma di Evgenij Komljanec (anche lui consigliere comunale) a direttore della Casa della sanità isolana. Senza dibattito e con una sola dichiarazione di voto contraria, la proposta è stata bocciata da 11 consiglieri e pertanto il bando di concorso per l’importante incarico sarà ripetuto. Tra le altre delibere approvate il bilancio consuntivo del 2018 e il sostegno al Programma di gestione della “Komunala”, dove preoccupano soprattutto i rischi di aumenti delle tariffe per lo smaltimento dei rifiuti. Per la prima volta, anche se brevemente, la guida dei lavori del Consiglio comunale è stata affidata dal sindaco Markočič alla sua vice, Agnese Babič, che ha svolto il compito in maniera impeccabile.
TESTO E FOTO: MANDRACCHIO.ORG

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: